Quando la gente pensa nella música italiana, di solito pensano soltanto allo stilo pop contemporaneo o agli artisti clasici come Andrea Bocelli, Laura Pausini ed Eros Ramazzotti.
La música moderna dell’Italia, ha le sue radici nella antica forma melodica che hanno evoluzionatto dalle composizione dell’opera e “arias”.
Nel secolo XX molti canzoni popolare avevano l’estrutture di questi “arias” clasici.
Più tardi, nelle anni 30 e 40, le influenze straniere come il jazz degli Stati Uniti hanno portato la canzone italiana a uno stilo più universale degli artisti a volte simili ai “crooners” degli anni.
Negli anni 50, il Festivale di San Remo rendeva palese di una base ritmica dello stilo degli Stati Uniti e altre parti di Europa. Negli ultimi 50 lo stilo della musica italiana è stata ispirata nella influenza straniera, dal pop fino il rock, e gli autori hanno cominciato a fare canzoni con lettere che hanno a che vedere con argomenti politici e sociali.
Però, l’Opera continua ad essere una parte importante della scena musicale italiana, soprattutto con artisti come Luciano Pavarotti (chi è morto pochi anni fa) ed Andrea Bocelli.
L’influenza moderna della cultura pop in alcuna maniera si è mescolata ed e per questo che adesso la canzone italiana si considera, per alcuni critici, soltanto un riflesso della cultura pop, dimenticabile.
Nonostante ciò, ci sono alcuni artisti contemporani italiani che continuano a produrre buona música, come per esempio: Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Lucio Battisti Fabrizio De Andrè, la Mina, considerato il migliore cantante italiano del pasato secolo, Ornella Vanoni, Giorgia, Carmen Consoli, Zucchero, Jovanotti, Rossi Vasco, e molti di più.
Raúl

In questo link troverete canzoni nuovi dei artisti che fanno musica contemporanea


http://musicaitaliana.co




Scopri il nuovo album della cantante italiana Laura Pausini, chiamato "Inedito". La cantante ha pubblicato il suo undicesimo album nel mercato spagnolo la settimana scorsa. Il suo primo singolo si chiama "Benvenuto" e suona nelle radio dall' 11 novembre.
Laura ha anche scritto il testo della canzone e la musica, con la collaborazione di Niccolò Agliardi.
Guarda il videoclip del nuovo singolo (girato ad Amsterdam) in italiano e in spagnolo:




Blog



Raquel M.

Testo
A te che perdi la strada di casa ma vai
Dove ti portano i piedi e lo sai
Che sei libero
Nelle tue scarpe fradice
A chi ha parole cattive soltanto perchè
Non ha saputo chiarire con sè
A chi supplica
E poi se ne dimentica
A chi non ha un segreto da sussurrare
Ma una bugia da sciogliere
A chi non chiede perdono
Ma lo avrà
Benvenuto a un pianto che commuove

Ad un cielo che promette neve
Benvenuto a chi sorride, a chi lancia sfide
A chi scambia i suoi consigli coi tuoi
Benvenuto a un treno verso il mare
E che arriva in tempo per Natale
Benvenuto ad un artista, alla sua passione
Benvenuto a chi non cambierà mai
A un anno di noi
A questo luna che i sogni li avvera o li da

O li nasconde in opportunità
A chi scivola
A chi si trucca in macchina
E benvenuto sia a questo lungo inverno
Se mai ci aiuta a crescere
A chi ha coraggio
E a chi ancora non ce l’ha
Benvenuto a un pianto che commuove

Ad un cielo che promette neve
Benvenuto a chi si spoglia, per mestiere o voglia
E alle stelle chiede aiuto o pietà
Benvenuto al dubbio delle spose
A un minuto pieno di sorprese
Benvenuto a un musicista, alla sua canzone
E agli accordi che diventano i miei

A un anno di noi
Al resto che verrà (stop stop stop) tutto il resto
A tutto questo che verrà (stop stop stop) tutto questo
A tutto il resto poi chissà (stop stop stop) tutto il resto
E poi…
Stop

A un anno di noi
Benvenuto a un pianto che commuove
Ad un cielo che promette neve
Benvenuto a chi sorride, a chi lancia sfide
E a chi scambia i suoi consigli coi tuoi
Benvenuto a un treno verso il mare
Scintilla e arriva in tempo per Natale
Benvenuto ad un artista, alla sua intuizione
Benvenuto a un nuovo anno per noi
A un anno di noi
Un anno per noi
Per tutto e per noi
Un anno di noi

Manu